L’estate è il momento giusto per iniziare a prendere dimestichezza con il tuo amato barbecue.

Può essere un compagno fidato di viaggio, qualora la scelta di acquisto dovesse ricadere su un grill portatile e di piccole dimensioni oppure un accessorio che completa lo spazio esterno!

Sembra uno strumento di facile utilizzo, ed effettivamente lo è se hai a disposizione i consigli giusti. Se sei un griller alle prime armi puoi pensare sia sufficiente accendere il fuoco, posare la carne. In realtà i risultati ottenibili sono molti di più, grazie alle salse, spezie e…l’affumicatura!

Ma sai come riuscire ad ottenere il sapore che hai sempre desiderato, nel momento in cui lo hai davvero desiderato? A questo ci pensa Stefano, il nostro Chef del Grill dell’Orso.

 

Affumicatura: quando e perché è nata

Iniziamo a dire che l’affumicatura nasce moltissimi anni fa, ed è una tecnica di conservazione basata sulla formazione di sostanze ad azione antibatterica ed antiossidante che si sviluppano durante la combustione di legno e piante aromatiche. Non dimentichiamo infatti che in passato non si avevano a disposizione tutti i mezzi come quelli presenti al giorno d’oggi per il mantenimento degli alimenti.

Quando parliamo di affumicatura intendiamo una vera e propria tecnica che chiunque può realizzare, trovando la giusta alchimia perfetta di sapori, tra acqua, fuoco, fumo e carne. Che ne dici di chiedere a Stefano, come riuscire ad ottenere un risultato dal gusto inconfondibile e che si scioglie in bocca?

 

Delizie per il palato e come gustarle!

Stefano: ti è mai capitato di andare al ristorante e dopo aver ordinato ad esempio una deliziosa tagliata, dover rispondere alla domanda del cameriere: Gradisce cottura al sangue, media oppure ben cotta? Non è una casualità: come ben sai, sia che tu sia un buongustaio oppure un griller provetto, la cottura incide moltissimo sul prodotto finale.

Se c’è una cosa che vorremmo tutti però è sentire la nostra carne morbida come il burro e tenera al palato. Le cotture lente hanno la capacità di conferire agli alimenti magici sapori intensi ed una consistenza delicata, quindi con l’affumicatura questo è possibile.

È vero, è necessario aspettare un tempo maggiore per gustare il piatto ma non è un caso che esista il famosissimo detto l’attesa aumenta il desiderio!

 

Non solo il tempo di cottura: vediamo cosa può servirti

Dando una prima lettura al paragrafo precedente, potresti pensare che sia sufficiente cuocere a fuoco lento la carne per fornirle la giusta affumicatura. In realtà ci sono altri aspetti da tenere a mente, sentiamo cosa ha da dirci lo Chef!

Stefano: sicuramente l’ideale sarebbe iniziare con una smoker box!

Si tratta di una scatola di metallo, preferibilmente di ghisa o acciaio inox, con dei fori sulla parte superiore.  A che cosa può servirti? A mantenere il giusto afflusso di aria del carbone, per ottenere una combustione parziale ed impedire che la cenere si disperda all’interno del BBQ.

Per gli appassionati di affumicature, oltre al bbq esiste anche l’affumicatore vero e proprio, ideale per ottenere il risultato sperato tramite cotture lente dalle 4 ore in su. Potresti trovare quello che cerchi con i modelli del marchio Weber Weber della serie “Smoky Mountain Cooker” nei diametri 37cm, 47cm e 57cm.

Ultimo ma non meno importante… Non dimenticare di provare il nuovo carbone, Quebracho Blanco, disponibile nel nostro reparto Grill dell’Orso!

Il prodotto 100% ecologico, di provenienza argentina, con una qualità superiore al comune. È infatti ottenuto da piante di Quebracho Blanco e Guayacan, le quali gli conferiscono particolari caratteristiche, rendendolo in questo modo il miglior carbone attualmente presente sul mercato. Garantisce un’accensione rapida del fuoco e non genera né fumo né scintille, conferendo una massima resa e una lunga durata.

La carbonella di Gaucho Quebracho emana un intenso aroma di affumicato e speziato ed è adatta a tutti i tipi di carne. Questo esclusivo aroma garantisce un’esperienza di gusto speciale!

 

Quali prodotti puoi scegliere per l’affumicatura perfetta?

Abbiamo iniziato a darti qualche consiglio, quello che resta da capire è quali sono gli accessori che possono permettere di fare una Grigliata con tanto di G maiuscola, specialmente in vista di Ferragosto.

Stefano: Non ti resta che scegliere l’aroma della tua affumicatura! Nel reparto Grill dell’Orso sono disponibili wraps di legno, chips (piccole scaglie) e chunks (pezzi più grossi) in miscele specifiche o nei seguenti aromi:

– FAGGIO – intensità bassa e nota leggera – universale ed ideale per chi ha il piacere di provare l’affumicatura per la prima volta;

– MELO – intensità bassa e nota fruttata – si sposa con manzo, maiale, pollame, selvaggina da piuma, pesce, formaggi;

– CILIEGIO – intensità media e nota fruttata – perfetto per pollo, maiale, selvaggina da piuma. Se sei un esteta intransigente e vuoi un piatto che sia bello e buono, non ti resta che scegliere il ciliegio nero del marchio Weber, capace di dipingere le tue pietanze di mogano.

– PECAN – intensità media e nota gourmet – per pesce, formaggi, pollo e maiale;

– WISKEY – intensità media e nota dolce (proveniente dalle botti di wiskey) – per maiale e pollame;

– CEDRO ROSSO – intensità media e nota aromatica – ideale per pesce (perfetto per il salmone) e formaggi (ottimo con brie e camembert);

– ONTANO – intensità media e nota aromatica – ottimo con pesce, maiale, pollame e perfetto per la selvaggina;

– QUERCIA – intensità media e nota amarognola – per carne rossa, maiale, agnello, manzo e formaggi;

– ACERO – intensità media e nota leggera – perfetta per il maiale;

– MESQUITE – intensità alta e nota pungente – manzo (perfetta per preparare il Brisket), maiale, agnello;

– HICKORY – intensità alta e nota speziata – per carne rossa, maiale, agnello, manzo e formaggi.

 

Come puoi utilizzare le miscele e gli aromi?

Stefano: Ora che conosci alcuni prodotti per riuscire ad ottenere l’affumicatura perfetta, non ti resta che sapere come utilizzarli! Per quanto riguarda le miscele, è sufficiente mettere a bagno una piccola quantità un’ora prima dell’utilizzo.  Successivamente cerca di rimuovere l’acqua e spargerle direttamente sulle braci oppure disponile nello smoker box poggiate su un lato della griglia se stai utilizzando un bbq a gas o elettrico. L’operazione va fatta subito prima di poggiare la carne ancora cruda in griglia, perché è il momento nel quale assorbe maggiormente l’aroma!

Speriamo che questa lettura possa averti aiutato a sviluppare le tue doti da griller! Prima di salutarti, vogliamo darti una piccola anticipazione: da ottobre Stefano sarà a disposizione per alcuni corsi privati.

Cosa ne pensi di approfondire proprio l’affumicatura?

Se vuoi conoscere maggiori informazioni, CONTATTACI!