2018-07-toppi-curare-il-prato-estate

Piante grasse: belle sia in casa che fuori

 

C’è chi le adora e chi le apprezza meno, ma non possiamo negare che questo tipo di pianta possieda un certo fascino esotico.
Capaci di immagazzinare l’acqua, le piante grasse sono delle ottime piante ornamentali che non necessitano di una cura costante. Ne esistono a migliaia e la domanda che tendiamo a porci è: quale prendo?
Vediamo insieme le principali famiglie e quali potrebbero fare al caso tuo!

Le succulente
2018-06-22-toppi-piante-grasse-5

Ebbene sì, questo è il nome con cui i botanici sono soliti racchiudere più di 10mila tipologie di piante grasse. Essendo di origine desertica/semidesertica, la loro specialità consiste nell’accumulo di acqua nei periodi piovosi per far fronte alla siccità, per questo motivo i loro tessuti sono impregnati d’acqua, il che gli da questo aspetto “succoso” e questi nomi a dir poco bizzarri!
Come anticipato, ne esistono davvero tante tipologie. Per capire quale preferiamo o fa al caso nostro è quindi necessaria una distinzione.
Vediamo insieme le principali famiglie:

– A fusti succulenti: tra i più conosciuti troviamo i cactus;

– Succulenti fogliari: alcune possiedono proprietà benefiche. Un esempio è l’aloe , dotata di virtù curative e purificante, o il sedum, che svolge un’azione cicatrizzante, emolliente e antidolorifica;

– Succulenti cauduciformi: conservano l’acqua in un rigonfiamento basale che somiglia e un fusto. Queste piante hanno dei nomi sicuramente più difficili da ricordare, ma ti basta sapere che le più conosciute appartengono alla famiglia delle pocynacee, cucurbitacee e convulvulacee.

Nuove piante grasse?

Nei più comuni negozi di piante è normale ritrovare sempre le stesse tipologie di succulente. Questo perché molte delle specie più ricercate e RARE purtroppo si trovano in luoghi irraggiungibili dall’uomo – come quelle che crescono tra le rocce – e quindi sono impossibili da raccogliere. Altre invece presentano delle difficoltà di mantenimento come una crescita molto lenta (è il caso del cactus aztekium hintonii) o la tendenza a durare poco nel tempo (come l’ariocarpus, appartenente anch’esso alle cactacee). Oltre alle tipologie viste e straviste esistono però delle specie davvero originali che ti stupiranno per forma, colore e dimensione.2018-06-22-toppi-piante-grasse-11

 

Al Centro del Verde Toppi potrai trovare alcune tra le tipologie di piante grasse più originali e scenografiche. Infatti, avrai la possibilità di acquistare piante fiorite e spinose, succulente dal tipico colore verde e specie dalle tonalità più particolari… come il rosa!
Ecco alcune tipologie di succulente presenti presso il nostro reparto dedicato:

– Sei un amante del classico cactus in stile Far West? Ecco alcune piante grasse spinose e dalla classica forma allungata o tondeggiante: opuntia rufida, chamaecereus silvestrii, mammilaria vagaspina helen.

– Le spine non sono il tuo forte? Vieni a conoscere echeveria multicaulis caerulea e echeveria SP… sembrerà di avere dei veri e propri fiori sempre verdi!

– Se invece sei in cerca di forme più originali e particolari, scopri queste bellissime specie: crassula muscosa, cotyledon ladismithiensis variegato, pachyphytum compactum JM e graptopetalum

 

Vuoi provare a curare eritemi, scottature o cicatrici in modo naturale? Ecco alcune piante grasse dalle proprietà benefiche che puoi acquistare presso il nostro garden: sedum rubrotinctum e aloe variegata.

Queste e molte altre piante grasse ti aspettano nel nostro Centro a Saronno.

 

2018-06-22-toppi-piante-grasse-6

Succulente da esterno: le più belle e come curarle a seconda del clima

 

Che siano posizionate in giardino o in balcone, alcune famiglie sono sicuramente più adatte a vivere all’esterno. Sono talmente belle e accostabili – come i cactus, presenti in varie forme e dimensioni – che permettono di creare una composizione che merita di essere vista da chiunque passi vicino alla tua dimora. L’importante è dar loro la giusta cura a seconda del clima.

 

Ecco alcune delle piante grasse più utilizzate negli spazi esterni:

– Sempervivum, particolare per la sua forma a rosa;

– Fico d’india, che come sai è capace di produrre un frutto gustosissimo (ma pieno di spine!);

– Agave, conosciuta per la grandezza delle sue foglie e per i suoi colori spettacolari;

– Sedum, con proprietà benefiche straordinarie;

– Cuscino della suocera, il cosiddetto cactus a palla, è una pianta adatta agli amanti del rustico e deve questo simpatico nome alle sue lunghe e numerose spine;

– Mammilaria, che in primavera fiorisce in abbondanza.

Vediamo insieme come curarle a seconda della stagione:

Inverno

In questa stagione è importante preparare le piante controllando spesso il loro stato di salute, raccogliendo eventuali residui (fiori appassiti o spine) e tenendole al coperto. Per farlo puoi optare per l’acquisto di una serra o, nel caso non abbia spazio a sufficienza, acquistando un telo in plastica, in PVC o TNT.
Un’ottima soluzione può essere anche quella di trasferirle in casa, in modo che rimangano al riparo. In questo caso, bada bene a posizionarle in un angolo raggiungibile dalla luce del sole. Riguardo l’innaffiatura, le succulente d’inverno necessitano di poca acqua. Generalmente, bagnarle una volta al mese è più che sufficiente, ma sarà la pianta stessa a fartelo capire: se la terra è asciutta utilizza dell’acqua nebulizzata, la tua pianta saprà come ringraziarti.2018-06-22-Piante-grasse

Primavera

È la stagione della ripresa vegetativa. La cosa fondamentale da fare in questo periodo è il rinvaso: sposta la tua pianta grassa in un vaso con terriccio permeabile… le darà la possibilità di riprendersi dall’inverno appena passato.

Estate

Solo durante i mesi estivi queste piante necessitano di una maggiore di acqua con maggiore frequenza. Ti consigliamo di innaffiarle una volta a settimana, se necessario due. Ricordati comunque di controllare che il terreno sia COMPLETAMENTE asciutto prima di bagnarla, o rovinerai la pianta a causa di un eccesso idrico. Inoltre, se possiedi una pianta che produce fiori, cerca di togliere quelli appassiti il prima possibile, ma per farlo EVITA LE FORBICI! Si staccano molto semplicemente con le mani.
Per il resto le succulente non necessitano di particolari cure, se vuoi proprio essere sicuro che stiano bene, per la prima esposizione al sole coprile con un telo.

Autunno

Con l’arrivo della bassa stagione è bene diminuire l’innaffiatura e cominciare a spostare le proprie piante nelle serre o in appartamento per prepararle al gelo dell’inverno.
Ricorda di fare MOLTA attenzione all’ambiente climatico nel quale vivi, ti consigliamo di venire a trovarci nel caso tu non sia sicuro/a di come curarle, e per chiederci qualche consiglio!

 

2018-06-22-toppi-piante-grasse-13Piante da appartamento: le più belle e come si curano

Se vuoi acquistare una pianta grassa ma non hai un giardino o non vuoi adornare il balcone, queste piante possono benissimo abbellire il tuo appartamento senza alcun problema, a patto che vengano date loro le cure giuste.
Come per le piante da esterno, abbiamo selezionato per te le più belle. Scopriamole insieme:

– L’Echeveria, con la forma di un piccolo fiore è in grado di darci colori fantastici: dal blu in inverno al giallo in estate;

– La Crassula Ovata, a forma di alberello è perfetta per rendere accogliente un soggiorno o un ingresso;

– Il Sedum burrito è una tra le piante più acquistate, perché se posizionato in un vaso sospeso è in grado di creare meravigliose cascate di colore verde;

– La Ceropegia woodii ci regala bellissime cascate di foglie a forma di cuore;

– La Schlumbergera, o cactus di natale, grazie ai suoi colori e al suo adattamento all’ombra è perfetta se si vuole colorare un ambiente scuro come il vano scale.

 

Per la cura valgono le stesse procedure delle piante grasse esterne: protezione in inverno e tutta la luce possibile e molta aria in estate, quindi cerca sempre di posizionarle in luoghi luminosi arieggiati.
Allora cosa stai aspettando?

Vieni a trovarci nel reparto Piante e Fiori per decorare il tuo giardino o la tua casa e per scoprire molte altre piante grasse che potrebbero fare al caso tuo!